27 novembre: terza lezione di Active Health!

AIFI

L’A.I.FI. è l’Associazione di categoria dei Fisioterapisti, così come definiti dal D.M. n. 741 del 14 settembre 1994 e dalle successive norme relative al suddetto profilo professionale, titolare della capacità rappresentativa delle istanze della Professione come da Decreto del Ministero della Salute sulla rappresentatività.

I Fisioterapisti sono i professionisti sanitari che, in possesso del titolo abilitante di laurea o di altro titolo equipollente ai sensi della normativa vigente ( Legge 42/99, Legge 251/00 e D.M. del 27 Luglio 2000), svolgono in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita od acquisita.

I Fisioterapisti esercitano la loro attività nei propri studi professionali a livello libero professionale e nelle strutture sanitarie pubbliche e private in regime di consulenza o dipendenza. Essi svolgono con titolarità e autonomia professionale, nei confronti dei singoli individui e della collettività, attività dirette alla prevenzione, alla cura, alla riabilitazione e a procedure di valutazione funzionale, al fine di espletare le competenze proprie previste dal relativo profilo professionale.

L’Associazione si propone di rappresentare, tutelare e promuovere la categoria dei fisioterapisti, coniugare gli interessi dei suoi membri con i bisogni della comunità e sviluppare la conoscenza e l’apprendimento scientifico della professione, incluse la pratica professionale, la formazione e la ricerca. Ai predetti fini l’Associazione si propone di svolgere le seguenti attività:

  • definire e promuovere principi etici e deontologici, che siano vincolanti per gli associati e riferimento per tutti i fisioterapisti, garantendo e vigilando sul loro rispetto;
  • affermare e sviluppare il ruolo e le competenze professionali del fisioterapista nei processi di prevenzione, valutazione, intervento e di mantenimento, relativi a menomazioni, limitazioni funzionali e disabilità;
  • definire, mantenere e promuovere standard e linee guida per l’esercizio professionale ai fini del miglioramento continuo dello stato di salute/benessere della collettività;
  • sviluppare la formazione in riabilitazione e migliorare le conoscenze scientifiche, professionali e culturali degli associati e in genere dei fisioterapisti; a tal fine, l’Associazione può promuovere la pubblicazione di opere e di editoriali a carattere scientifico e divulgativo nelle materie di competenza, promuovere e collaborare con i mass media per la diffusione di una corretta informazione sulle tematiche della riabilitazione;
  • intervenire, a tutti i livelli, nella definizione e nella adozione delle politiche di settore che abbiano ricadute dirette e indirette sulla professione;
  • promuovere e collaborare con le associazioni dei cittadini per la tutela della salute;
  • promuovere gli atti necessari per addivenire ad una struttura associativa a carattere federativo.

 Nel tempo si sono ottenuti notevoli risultati, sia nella qualificazione dei professionisti, sia nella diffusione capillare dell’Associazione, presente oggi in ogni regione.

Dopo ben 43 anni di vita intensa e faticosa, interamente spesi al servizio della Professione, l’ A.I.T.R., durante il suo 19° Congresso Nazionale (tenutosi il 7, 8 e 9 giugno, a Trevi in Umbria), ha mutato la denominazione associativa in A.I.FI., ovvero Associazione Italiana Fisioterapisti ed, al contempo, si è data mandato di modificare la struttura del sodalizio in un’organizzazione di tipo federativo facente capo ad una importante associazione nazionale che ha sede in Roma in Via Claterna 18, 00183 Roma tel. 06-77201020 (www.aifi.net).

 

L’Associazione aderisce, quale membro effettivo, alla World Confederation for Physical Therapy (WCPT).

Il suo sito vuole essere un supporto per tutti i colleghi e per tutti coloro che hanno o che dovessero aver bisogno di cure fisioterapiche e riabilitative onde assisterli nella risoluzione dei loro problemi e, considerata l’anacronistica e grave assenza di un Albo Professionale di riferimento, per meglio tutelarli da incresciosi ed inqualificabili episodi di abusivismo professionale.

A questo proposito l’A.I.FI. si prefigge lo scopo, anche nella nostra Regione, di combattere e debellare l’esercizio abusivo della professione sanitaria del Fisioterapista, dovunque e da chiunque esso venga svolto o promosso.

AIFI Piemonte e Valle d’Aosta

Via Stellone 5
10126, Torino
info@aifipiemontevalledaosta.it
tel. 011 02 67 995
Fax 011 04 63 070

aifipiemontevalledaosta.it

Programma: